· Home
· Articoli
· Calendario eventi
· Cerca
· CONSIGLIATI DA NOI
· Contatti
· Rubriche
· Web Links

Kit Creaimpresa


Da seguire nel web


ALTRI BLOG & WEBSITE

Rubriche

· Per Lei: Abito Accessori
· Per Lui: Abito Accessori
· Fedi e Gioielli
· Fiori
· Ricevimento
· Bomboniere
· Lista nozze
· Foto e Video
· Musica e Animazione
· Auto
· Life style
· Guida pratica alle nozze


Link utili

· Pratiche di matrimonio
· Parrocchie italiane
· Chiesa di Milano


Chi è online
In questo momento ci sono, 12 Visitatori(e) e 0 Utenti(e) nel sito.

Classica, incrociata o ...

(1191 parole totali contate in questo testo)
(4979 letture)   Pagina Stampabile




FEDI E GIOIELLI


di Luisa Corradi

I primi sono stati gli Egizi, se è vero che il più antico scambio di fedi nuziali risale addirittura al 2800 a. C.; i modelli molto semplici: fili d'argento, e successivamente d'oro, annodati tra loro.
Ai Romani, che appresero questa tradizione dai Germani, dobbiamo l'usanza di portare la fede all'anulare sinistro, perché da qui parte la vena amoris che arriva dritta fino al cuore. In verità ci sono anche altre spiegazioni, una certamente più pratica e meno suggestiva: la mano sinistra lavora meno di quella destra.
Proseguendo nella storia, nel Medioevo le fanciulle legavano a un anello d'oro un filo formato dai propri capelli e da quelli dell'amato; portavano questo gioiello sul cuore per nove giorni, poi lo donavano a lui; in questo modo si garantivano fedeltà eterna. Oggi, le spose più giovani si fanno tatuare la fede direttamente sulla pelle; il nostro consiglio: rivolgetevi a un tatuatore esperto!
Per chi invece rimane legato alla tradizione i modelli sono svariati: la fede classica, larga 3 o 4 mm e leggermente bombata, la francesina, più sottile, la mantovana , più alta e piatta, bellissima in oro rosa, la fede incrociata, dal design moderno, quella quadrata, che sta incontrando particolare successo, infine il modello a fascia, molto semplice, ma attuale.
La fede può diventare un vero e proprio gioiello in molteplici varianti: un semipavè di diamanti o diamanti e zaffiri in oro giallo, bianco o platino; con un brillantino all'interno, con i diamanti incastonati nella versione femminile, la stessa forma, ma priva di pietra nella versione maschile. Un esempio famoso? Basti ricordare il particolare modello disegnato per la maison Damiani da Brad Pitt e Jennifer Aniston in occasione delle loro nozze : due cerchi concentrici legati da brillantini.
Oro giallo, oro bianco, oro rosa i materiali più diffusi, a volte uniti come nella fede a torciglione, una sorta di treccia, o in quella a cerchi incrociati.
E non dimentichiamo il platino. Utilizzato nel secolo scorso da Luis Cartier per valorizzare la naturale brillantezza del diamante e apprezzato da molte dive del cinema come Jean Harlow o Marlene Dietrich, per fare qualche nome, oggi è il segno distintivo: le fedi in platino sono considerate le più esclusive (anche per il prezzo), sobrie ed eleganti, adatte sia a lui sia a lei.
Un consiglio: affidatevi a un gioielliere di fiducia che possa garantirne l'autenticità e, in ogni caso prima di acquistare un anello, verificate la presenza del simbolo Pt 950 per il platino, 750 per l'oro bianco.

Essendo una promessa d'amore e di fedeltà, è bene che gli sposi scelgano insieme le fedi, sperando che un coinvolgimento del futuro sposo lo induca a portare l'anello anche dopo la cerimonia, cosa che spesso gli uomini non amano fare! Infine si personalizzano con l'incisione dei nomi, ovviamente il nome di lei sulla fede di lui e viceversa, e la data delle nozze.
La tradizione ci dice che devono essere acquistate dallo sposo. Per evitare incresciose dimenticanze si consiglia di affidarle in custodia al testimone: sarà lui a conservarle fino al giorno del matrimonio e a consegnarle al sacerdote, se avete scelto di sposarvi in chiesa, perché le benedica; solitamente vengono presentate su un cuscinetto portafedi, confezionato magari con la stessa stoffa dell'abito da sposa. "Ricevi questo anello, segno del mio amore e della mia fedeltà…" : lo sposo pronuncerà queste parole mettendo il dito all'anulare della sposa, poi la sposa farà lo stesso. Anulare sinistro, mi raccomando…







  

[ Torna su 03 - Fedi e Gioielli | Indice Sezioni ]


Fior di Nozze non è responsabile del contenuto dei siti recensiti.
Copyright ©2000-2019 Fior di Nozze. Tutti i diritti sono riservati. P.I.: 11422390150
Visione ottimale in Internet Explorer risoluzione 800x600 - carattere medio

Fior di Nozze is not responsible for the contents of the pointed out websistes.
Copyright ©2000-2019 Fior di Nozze. All rights reserved. P.I.: 11422390150
Best viewed in Internet Explorer Resolution 800x600 - medium type

Webdesign: Gikiweb